The Libertine

Lo spettacolo è rivisitato in una perfomance teatrale itinerante: John Wilmot (Gabriele Giaffreda) irrompe tra gli spettatori, mentre è ancora in corso l’aperitivo di benvenuto. Il pubblico è colto piacevolmente dall’effetto sorpresa, la piece ha inizio! Gli spettatori, guidati da due comparse in costume, vengono disposti in un gruppo ordinato: dalla base del giardino, la perfomance si snoda su tre stazioni, fino alla sommità della collina, che ha come scenario la bellissima Certosa di Firenze.

La rappresentazione è amplificata: gli attori recitano dotati di microfono “a baffo” wireless, vari diffusori audio sono disseminati lungo il percorso all’aperto per permettere sempre un ascolto ottimale e chiaro; calde e suggestive luci creano lo scenario di un teatro sotto le stelle. La messa in scena avviene da maggio a settembre, con un minimo di 25 e un massimo di 40 spettatori.


Gabriele Giaffreda John Wilmot, Conte di Rochester

Giulia Drovandi Elizabeth Barry

Costantino Maiani regia e luci

Lorenzo Maiani suono

Suela Kernezo hair styling & makeup artist

Maison Bizzarre Costumi